Le parole famose

Cai Guo-Qiang

Quando realizzo un lavoro e penso che il risultato sia davvero grande, mi sorge il dubbio se sia stato proprio io a realizzarlo: solo in quel momento so di aver creato una grande opera.

Leggi l’intervista

Cai Guo-Qiang
Artista

Mauro Staccioli

La ricerca del senso dell’esistenza fa parte del lavoro dell’artista; dare senso alle cose che facciamo credo sia la cosa più importante dell’arte. Una società che riesce a dotarsi di artisti è una società felice. Sicuramente.

Leggi l’intervista

Mauro Staccioli
Artista

Chiara Bettazzi

Un oggetto che si rompe produce un altro oggetto, gli errori producono un nuovo lavoro, la vita quotidiana mi porta ad una creazione che non stabilisco, semplicemente accade.

Leggi l’intervista

Chiara Bettazzi
Artista

Nari Ward

Siamo sospesi, ma senza necessariamente controllare chi ci tiene sospesi…è una condizione di controllo e vulnerabilità allo stesso tempo.

Leggi l’intervista

Nari Ward
Artista

Alessio de Girolamo

Cerco il senso della realtà in modo sincretico a volte partendo dall’immagine, altre dalla scienza, dall’esoterismo, dalla religione, facendole confluire in un ipersenso.

Leggi l’intervista

Alessio de Girolamo
Artista

Balint Bolygo

Penso che l’arte debba essere accessibile a tutti i livelli. L’arte di qualità dovrebbe avere molti livelli di esperienza, come la buccia di una cipolla. La percezione e l’interpretazione dovrebbero consistere in molti livelli che possono essere tutti accessibili sia se sei un critico d’arte o un bambino di 2 anni. Alcune persone sono felici sbucciando i primi strati, mentre altre sbucciano sempre di più per avere un’esperienza più profonda.

Leggi l’intervista

Balint Bolygo
Artista